mercoledì 14 dicembre 2011

SONO DEMOTIVATA A SCUOLA

malena1992 Età: 19
salve ho 19 anni e alle spalle un percorso scolastico travagliato, tutto comincia dalle scuole medie quando venivo quotidianamente presa in giro dai miei compagni, ma sono riuscita a superarle, poi alle superiori m sono iscritta al liceo scientifico però ho frequentato solo un giorno e poi non c sono più tornata ( non perchè fosse successo qualcosa di sgradevole in particolare) l'anno dopo m sono iscritta al classico ho frequentato fino alla metà di ottobre (facendo però varie assenze) poi ho lasciato perdere, anche qui non c\'era qualcosa di particolarmente negativo anche se non avevo legato per nulla con i compagni. L'anno dopo mi sono iscritta alla scuola privata per recuperare gli anni scolastici e così sono riuscita a fare i primi 2 anni del classico ( in un anno solo) l'anno successivo nn mi sono iscritta a nessuna scuola. L\'anno scorso invece ho fatto un esame integrativo e sono passata dalla scuola privata a quella pubblica e ho fatto un istituto tecnico, andava tutto bene ero riuscita anche a legare con alcune ragazze fino a marzo quando ho comminciato a fare molte assenze e alla fine malgrado i voti sono stata bocciata perchè avevo superato il numero di assenze previste dalla riforma, quest'anno mi sono riscritta alla stessa scuola ma il guaio è che ho già fatto 20 giorni di assenza, il motivo come al solito non lo so anche se probabilmente sta nel fatto che con i miei compagni non mi trovo affatto bene ho fatto "amicizia" solo con metà classe, mi sento demotivata perchè la maggior parte dei ragazzi che ho in classe hanno 16 anni anche se ce ne sono alcuni che ne hanno 17 o 18, vorrei tanto impegnarmi e riuscire a superare l'anno scolastico, ma forse avrei bisogno di un incorraggiameto 

1 commento:

Marty ha detto...

Hai risolto il problema? Se ti può consolare io nata nell'89 sto frequentando l'università con ragazze nate 6 anni dopo di me.
La differenza d'età può essere sì destabilizzante, ma è anche l'opportunità per analizzare parti del tuo carattere su cui magari hai sorvolato in passato, e poi le persone in ogni caso, indipendentemente dall'età, se hai un atteggiamento aperto possono essere per te una fonte di gioia.

E' importante piuttosto che la motivazione allo studio provenga da te, e che tu coltivi i tuoi interessi. La scuola è solo una parte della vita, ma talvolta le diamo così tanta importanza che ci precludiamo una serena crescita all'interno di questa.
Per me la scuola è diventata, solo dopo averla abbandonata, un tassello fondamentale, da cui parto e che non lascerei.
Ma devi darti la libertà di scegliere, ponendoti obbiettivi anche minimi e RAGGIUNGIBILI.
Se inizi a soddisfare questi oobbiettivi minimi, la tua motivazione inizierà ad avere una solida base.

PS non sono una psicologa. :)